HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Varani: trovati video pedopornografici nel cellulare di Marco Prato, nuove indagini

Caso Varani: trovati video pedopornografici nel cellulare di Marco Prato, nuove indagini

di

Manuel Foffo ha riferito ai giudici che Marco Prato gli ha mostrato video disgustosi. I carabinieri del Ris li hanno trovati. Dopo le indagini per il pr romano si aprirà un nuovo processo.

Il settimanale Giallo è tornato ad occuparsi di Marco Prato, uno degli assassini di Luca Varani. Continuando a scavare gli investigatori stanno arrivando a scoprire cose che definire ‘disgustose’ è riduttivo. Manuel Foffo, il 10 marzo dello scorso anno, chiese di parlare con il magistrato, era molto agitato. Il colloquio è avvenuto nel carcere di Regina Coeli dove era detenuto: «Signor giudice, quando io stavo a casa mia e c’era Marco, a me Marco mi ha fatto vedere delle cose praticamente orribili sul suo telefono che riguardavano tutte immagini di stupri, tutte immagini in cui c’erano bambini che non so, forse avranno avuto 8 anni, una cosa del genere…!». Erano giorni frenetici, i due ‘amici’ si accusavano a vicenda del delitto di Varani, ma Foffo si è sempre mostrato più disponibile a collaborare. Temeva che Prato avesse cancellato tutto, ma i carabinieri dopo aver sequestrato il suo cellulare hanno trovato i video pedopornografici conservati insieme alle immagini di donne stuprate, rapporti orali, foto di amici e amanti più o meno vip.

La Procura ha aperto un nuovo fascicolo d’indagine e iscritto Marco Prato nel registro con l’accusa di detenzione e condivisione di materiale pedopornografico, probabilmente sarà imputato in un altro processo il reato infatti è considerato gravissimo. Le indagini sono in fase di chiusura e solo il giudice ha la facoltà di decidere sul rinvio a giudizio. Nella relazione tecnica i carabinieri del Ris hanno scritto che l’ultimo accesso ad uno dei due video pedopornografici riporta la stessa data dell’incontro tra Foffo e Prato, ovvero il 2 marzo 2016. Il pr romano aveva condiviso questi video con un suo amico non solo per curiosità ma per depravazione come si legge nella stessa relazione. Manuel Foffo è rimasto sconvolto, ne ha parlato anche durante un colloquio in carcere con il fratello che ha definito Prato un deviato mentale.

Lascia un commento

Back to Top