HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto Beau Solomon, minacce a Massimo Galioto ‘Farai la stessa fine’

Delitto Beau Solomon, minacce a Massimo Galioto ‘Farai la stessa fine’

di

Massimo Galioto è detenuto nel carcere di Regina Coeli con l’accusa di aver ucciso lo studente americano Beau Solomon. Secondo le ultime indiscrezioni ha ricevuto due lettere di minacce.

massimo galiotoMassimo Galioto, il clochard di 41 anni ritenuto responsabile della morte dello studente Beau Solomon, è detenuto presso il carcere di Regina Coeli. Negli scorsi giorni, come si legge sul Messaggero, ha ricevuto due lettere anonime dal contenuto minatorio: “Farai la stessa fine delle tue vittime, te la faremo pagare, devi marcire in prigione”. Galioto infatti è sospettato della morte dell’artista di strada Federico Carnicci avvenuta in circostante simili a quelle di Solomon a luglio del 2015. La famiglia del giovane 27enne ha sollecitato la riapertura del caso dopo aver appreso che Massimo Galioto aveva detto ad un suo amico: “I toscani ogni tanto andrebbero annegati. Io ne ho annegati due perché non pagavano un debito”.

Una delle figure che si è rivelata fondamentale ai fini delle indagini è quella di Alessia Pennacchioli, la compagna di Galioto che ha raccontato ai pm cosa è successo la notte del 2 luglio 2016. La sua dichiarazione è stata considerata attendibile perché coincideva con quanto hanno registrato le telecamere di sorveglianza installate nei pressi del Tevere. Il 26 luglio il Tribunale del Riesame ha confermato la misura cautelare per Massimo Galioto rigettando la richiesta presentata dai legali anche se è stato escluso l’omicidio volontario.

Solomon era disorientato a causa dell’acol che aveva bevuto, Galioto lo ha spinto e la pietra che gli ha lanciato, ha destabilizzato il suo equilibrio. Eppure su Facebook, sotto uno dei post scritti da Alessia Pennacchioli, ci sono molti commenti contro Galioto che raccontano un’altra verità: Perché l’ha buttato ar fiume?! Un pischello de 19 anni…”. Scorrendo si leggono altre accuse: Poi oh,caso strano l’anno scorso è successa la stessa cosa e ‘n altro pischello è finito ar fiume..strano no?!”.

Lascia un commento

Back to Top