HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto di Perugia: la sentenza
perugia

Delitto di Perugia: la sentenza

di

Sono state rese note le motivazioni della condanna per Amanda Knox e Raffaele Sollecito per il delitto di Perugia.

perugiaAggiornamento 30 aprile, ore 09.17 – Dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza di condanna Amanda Knox per il delitto fi Perugia, che vive negli Stati Uniti, ha pubblicato sul suo blog personale un post nel quale fa riflettere i lettori sul  testo della sentenza, ribadendo la propria innocenza e quella di Raffaele Sollecito:

“Voglio ribadire oggi quanto detto nel corso del procedimento: siamo innocenti. Le recenti motivazioni della sentenza non cambiano la nostra innocenza. […] gli esperti hanno convenuto sul fatto che il mio DNA non era presente da nessuna parte nell’appartamento di Meredith mentre il DNA del vero assassino Rudy Guede è stato trovato ovunque […] le prove scientifiche confutano la teoria del multiplo assalitore. […] ciascuno dei presunti moventi è stato abbandonato dal pubblico ministero o dal giudice. Come i precedenti “motivi”, l’ultimo “movente” descritto nella motivazione alla sentenza, non è supportato da alcuna prova credibile o logica. Semplicemente non c’è fondamento per questa ultima teoria. Io ora voglio concentrarmi sul ricorso dinanzi alla Corte di Cassazione italiana. Rimango fiduciosa che i giudici italiani riconosceranno ancora una volta la mia innocenza e quella di Raffaele.”

Questo è quello che scrive  Amanda che afferma e ribadisce  dunque l’ipotesi di colpevolezza totalmente a carico di Guede.

a posizione di Amanda Knox è completamente  opposta a quella scritta nero su bianco sulla sentenza d’Appello:

“Ad un certo punto della sera gli eventi precipitarono; la ragazza inglese venne aggredita da Amanda Marie Knox, da Raffaele Sollecito, il quale spalleggiava la propria ragazza, e da Rudy Hermann Guede, e costretta all’interno della propria camera ove avvennero le fasi finali dell’aggressione e dell’accoltellamento.”

L’accusa ad Amanda Knox è di avere accoltellato lei stessa, alla gola, la ragazza inglese.

Un mistero ancora avvolto nel buio dopo quasi un decennio.

 

 

Lascia un commento

Back to Top