HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsDelitto Varani. Manuel Foffo risponde alla lettera di Maso: “Si vergogni, non mi scriva più”

Delitto Varani. Manuel Foffo risponde alla lettera di Maso: “Si vergogni, non mi scriva più”

di

pietro masoManuel Foffo, accusato di aver ucciso Luca Varani insieme a Marco Prato, ha deciso di rispondere alla lettera che Pietro Maso gli aveva inviato qualche giorno fa

Pietro Maso ha scritto una lettera indirizzata a Manuel Foffo, in cui ha raccontato la sua esperienza in carcere, il cambiamento ed il dolore che ha dovuto subire per aver ucciso entrambi i genitori. Una sorta di autobiografia dove il criminale si è raccontato, che però non è stata per niente gradita da Manuel Foffo, che ha visto quella lettera soltanto come un oggetto per dare notorietà all’assassino e per far parlare di lui.

Foffo ha però deciso di rispondere a quella missiva, inviando dal carcere di Regina Coeli, dove è attualmente rinchiuso, una lettera di poche righe: “Rispondo alla sua lettera solo per puntualizzare poche chiare cose: Se pensa di farsi pubblicità approfittando della tragica morte di Luca Varani, ed in particolare del suo libro che non intendo leggere, ha sbagliato indirizzo e destinatario. Si vergoni signor Maso, per non aver speso neanche una parola di rimorso e pentimento per quanto lei ha commesso uccidendo chi le ha dato la vita. Io a differenza sua non riuscirò mai a darmi pace per quanto ho fatto”.

Un altro riferimento che a Manuel Foffo non è piaciuto, è stato quando Pietro Maso ha espresso la sua comprensione verso la voglia del 29enne di voler uccidere il padre: “Mi lasci pertanto stare nel mio profondo pentimento di scrivermi tantomeno di tirare in ballo mio padre il cui nome lei non è degno di pronunciare. Spero di non doverle scrivere più, nel qual caso vi provvederanno i miei legali”.

Lascia un commento

Back to Top