HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDuplice omicidio a Ponticelli: il racconto di una giovane testimone

Duplice omicidio a Ponticelli: il racconto di una giovane testimone

di

raffaele cepparuloPonticelli negli ultimi giorni si è nuovamente macchiata di sangue. Due sono i morti, forte uccisi dalla camorra. Si tratta di Raffaele Cepparulo, boss di 25 anni, e di Ciro Colonna, 29 anni. A raccontare di quegli orribili istanti dell’omicidio è stata una ragazzina di appena 15 anni

Raffaele Capparulo è deceduto non appena è stato raggiunto dai proiettili, Ciro Colonna invece è morto soltanto dopo essere arrivato a Villa Betania in condizioni disperate. Cosa è successo in quei momenti? A raccontarlo è una giovane testimone: “Io e Ciro stavamo giocando a biliardino, è entrato un uomo con il cappuccio della felpa che gli nascondeva il viso. Questa è una rapina, ha urlato. Qualcuno ha accennato una reazione, ma il killer si è avvicinato al tavolino dove Raffaele Cepparulo stava giocando a carte con un altro ragazzo, lo ha scostato con il braccio picchiandolo, ha alzato la pistola e ha ammazzato Raffaele”.

Il racconto continua: “Erano in due, sono entrati da due porte diverse. Uno, quello che ha ucciso Raffaele, avanzava dall’uscio sul retro, l’altro è arrivato dalla porta principale. Nel circolo c’erano diverse persone: chi chiacchierava, chi giocava a carte, chi a biliardo. Quando l’assassino ha sparato la prima volta siamo scappati tutti, anche Ciro. Ma gli sono caduti gli occhiali, si è calato per prenderli, quando si è rialzato l’altro bandito gli ha puntato l’arma contro e ha fatto fuoco”.

Infine a sfogarsi è un amico di Ciro Colonna, preoccupato per il suo futuro incerto: “Guardatevi intorno. Vedete negozi, pub, pizzerie, piscine, capi sportivi? E no, non vedete niente perché qua niente ci sta. Solo il Sert che di mattina è affollato di tossicodipendenti. E la parrocchia. E poi? E poi niente. E allora ditecelo voi, che dobbiamo fare quando abbiamo finito di faticare? Non dobbiamo nemmeno scendere da casa? Dobbiamo vivere tra quattro pareti? Ma lo capite che non abbiamo nemmeno venti anni? Come Ciro che ne aveva 19 e che aveva diritto a vivere”.

Fonte: IlMattino.it

Lascia un commento

Back to Top