HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsEva, 23enne fatta a pezzi e chiusa in un baule per un debito

Eva, 23enne fatta a pezzi e chiusa in un baule per un debito

di

Eva BourseauEva Bourseau, francese di 23 anni, è stata fatta a pezzi per un debito di 6 mila euro. Il suo corpo senza vita è stato trovato in un baule nascosto in un appartamento di Tolosa. Una storia raccapricciante che è purtroppo accaduta in Francia

Un debito per droga è costato la vita alla giovane Eva Bourseau che dopo tre giorni di indagini è stata trovata smembrata all’interno di un baule. Ad essere sospettati per l’omicidio della 23enne sono tre ragazzi ed una ragazza, tutti di età compresa tra i 19 e i 22 anni, i quali da qualche mese avevano iniziato a trafficare stupefacenti. E’ proprio allo spaccio che si era dedicata anche Eva Bourseau che però si sarebbe indebitata per oltre 6 mila euro.

Come riportato dal Messaggero, il tutto sarebbe avvenuto dopo che i ragazzi indagati si sarebbero recati a casa della vittima per consumare droghe. Arrivati a parlare del debito Eva Bourseau avrebbe fatto capire probabilmente di non essere preoccupata ed è per questo che due ragazzi infastiditi dall’atteggiamento della 23enne l’avrebbero colpita al cranio con una mazza. Poco dopo alla vittima sarebbero stati tagliati gli arti e la scena del delitto sarebbe stata ripulita alla perfezione. Inoltre, i ragazzi avrebbero addirittura cercato di sciogliere nell’acido il cadavere di Eva che è stato invece chiuso in un baule di plastica.

Secondo gli esperti, i giovani assassini si sarebbero chiaramente ispirati alla serie americana Breaking Bad: “Scopo della visita era chiaramente eliminare la giovane donna e rubarle degli oggetti”. Tutti i giorni questi ultimi avrebbero pulito la stanza e verificato “lo stato di decomposizione del cadavere”.

A lanciare l’allarme per la scomparsa di Eva Bourseau è stata la madre. I pompieri quando si sono recati presso l’abitazione della vittima hanno sentito provenire dallo studio chiuso a chiare un odore nauseabondo: è proprio lì che è stata trovata la 23enne.

Lascia un commento

Back to Top