HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiFirenze, torna l’incubo Serial Killer

Firenze, torna l’incubo Serial Killer

di

Ritrovata stamattina una donna completamente nuda e legata ad una sbarra come se fosse crocifissa. Paolo Canessa, P.M. del caso del Mostro di Firenze coordina le indagini

1_672-458_resizeDella donna ritrovata stamattina sotto un cavalcavia tra Firenze e Scandicci non si sa al momento molto. Si tratterebbe di una giovane tra i 25 e i 30 anni, gli investigatori hanno fatto trapelare che si tratterebbe di una ragazza straniera e con buona probabilità di una prostituta.

Il modo in cui è stata assassinata ha fatto rimpiombare Firenze nell’incubo del Mostro. La morte è sopraggiunta dopo una serie di sevizie e torture fatte dall’assassino tenendo la giovane inginocchiata.

Dai primi rilievi sembrerebbe che la morte sia sopraggiunta dopo qualche ora dalle sevizie, e che l’assassino ha abbandonato la giovane sotto il cavalcavia di Ugnano in fin di vita.

Non è la prima volta che nei dintorni di Firenze qualcuno si accanisce contro le prostitute, era accaduto anche il marzo scorso quando alcuni passanti soccorsero una ragazza nuda e legata.

Altri episodi poi si sono succeduti in questi mesi, ma il maniaco non aveva prima di oggi mai ucciso le sue prede.
Gli investigatori stanno battendo fortemente la pista di un cliente abituali di prostitute con il “vizio” della tortura.

Il rinvenimento del cadavere è stato fatto dopo che un uomo in bicicletta aveva lanciato l’allarme. Lo spettacolo che si è presentato alle forze dell’ordine è stato raccapricciante. La donna era letteralmente crocifissa ad una di quelle sbarre che inibiscono il passaggio delle auto nei terreni privati.

Ai polsi del nastro adesivo e le braccia completamente aperte come in una crocifissione, il corpo era poi inginocchiato a terra.

Il corpo della donna era completamente nudo, ad eccezione di un paio di scarpe, gli indumenti sono stati poi rinvenuti a circa 1km di distanza.

Il medico legale ha effettuato i primi rilievi sul luogo ma non ha riscontrato segni evidenti di violenza, se non escoriazioni dovuti a sevizi di tipo sessuale.
Gli investigatori non danno però molto peso al modo in cui è stata ritrovata, ed ipotizzano che non ci sia un simbolismo nella “crocifissione” che sarebbe stata casuale.
Vicino al corpo, sono stati rinvenuti anche la borsa il che fa escludere una rapina finita male, l’ipotesi più accreditata è lo stupratore seriale di prostitute.
Forse una coincidenza o forse no, ma il caso è stato affidanto a Paolo Canessa, il PM che indagò a lungo sui casi del Mostro di Firenze.
Ci sarebbero anche dei testimoni, che avrebbero udito dei lamenti strazianti la notte scorsa.

Va ricordato che il marzo scorso, una donna fu ritrovata nello stesso punto, completamente nuda e anche lei “crocifissa” ad una sbarra. Gli inquirenti accertarono che la donna (un italiana di 46 anni) fu avvicinata da un cliente e trasportata anche essa sotto il cavalcavia. Di quel episodio le indagini non portarono all’individuazione di nessuno.

2 commenti

  • Pingback:

    Andrea, la donna trovata morta a Firenze non è la prima vittima del maniaco | Delitti e Misteri ItalianiDelitti e Misteri Italiani

    Rispondi
  • Pingback:

    E' giallo per la morte di Maria Ambra, la prostituta trovata senza vita in una baracca | Delitti.net

    Rispondi

Rispondi a E' giallo per la morte di Maria Ambra, la prostituta trovata senza vita in una baracca | Delitti.net Annulla risposta

Back to Top