HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsIsabella Noventa: il corpo in un cassonetto?

Isabella Noventa: il corpo in un cassonetto?

di

Isabella Noventa, dopo essere stata uccisa sarebbe stata gettata in un cassonetto. È questa la nuova e inquietante ipotesi che seguono gli investigatori impegnati nel caso dell’omicidio della segretaria padovana.

isabella noventa delitti.netIl cadavere di Isabella Noventa potrebbe non essere stato gettato nel fiume così come ha detto Freddy Sorgato. A rivelare questa nuova e sconcertante verità è il settimanale Giallo. La segretaria padovana è stata uccisa la sera del 15 gennaio e per più di un mese i sommozzatori hanno perlustrato i fondali del Brenta, alla ricerca dei resti della povera donna. Nelle settimane precedenti non ha piovuto, dunque le acque erano poco profonde, se il trio diabolico avesse abbandonato lì il cadavere, sarebbe certamente emerso. Ma come dicevano, Giallo ha raccolto alcune indiscrezioni molto importanti: “Il cadavere della donna è stato avvolto in due grosse buste nere e gettato nei cassonetti della spazzatura della zona industriale tra Vigonza e Padova”. Se così fosse quei sacchi sono andati a finire nell’inceneritore insieme a tutti gli altri e Freddy ha mentito proprio perché tutto ciò avvenisse.

Ad avvalorare questa ipotesi c’è una dichiarazione di Debora Sorgato che sul suo profilo Facebook, in data 15 febbraio 2016 ha scritto: «Ma le persone che ti “scadono” in quale secchio dell’immondizia vanno messe?». Rileggendo oggi queste parole, sembra quasi una confessione. Il corpo di Isabella Noventa potrebbe essere stato eliminato per sempre, con le prove che potrebbero incastrare oltre a Freddy Sorgato, anche la stessa Debora e l’amante Manuela Cacco. Gettare il corpo di Isabella nel cassonetto era la soluzione più rapida, dalla villa del ballerino al punto dove sarebbero stati abbandonati i sacchi neri dell’immondizia ci sono circa 5 km di distanza, appena 10 minuti in auto. Quando Debora Sorgato è stata condotta in carcere, ha detto ai poliziotti: «Mi arrestate? Ma se non c’è il cadavere, cosa pensate di ottenere?». Ora la parola passa ai giudici, dovranno decidere se procedere ad una condanna anche in assenza del cadavere.

Lascia un commento

Back to Top