HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsManuel e Riccardo si amavano: è questo il movente del duplice omicidio di Ferrara?
Delitto di Ferrara: dopo il massacro la partita alla Play Station, per il pm ‘innata ferocia’

Manuel e Riccardo si amavano: è questo il movente del duplice omicidio di Ferrara?

di

Il settimanale Giallo svela il vero movente del delitto di Nunzia e Salvatore, i genitori uccisi dal figlio e dall’amico. Tra i due adolescenti pare ci fosse più di una semplice amicizia

Tra Riccardo e Manuel, secondo quanto rivelato da Giallo, c’era una vera e propria relazione intima che i genitori del mandante non accettavano: “I coniugi Nunzia e Salvatore Vincelli osteggiavano la relazione omosessuale tra Riccardo e Manuel, potrebbero essere stati uccisi per questo motivo”, si legge infatti sul settimanale.

Dunque potrebbe essere questo il movente dell’efferato duplice omicidio che ha sconvolto tutta l’Italia. In un primo momento il delitto sembrava non avere un movente ben chiaro, se non il desiderio di libertà da parte di un figlio ribelle che non sopportava più i rimproveri dei genitori. Con il passare del tempo però, è emersa questa nuova pista che potrebbe chiarire al meglio questo straziante caso.

Manuel avrebbe iniziato ad odiare i genitori quando questi avrebbero probabilmente provato a parlare con il figlio della sua particolare amicizia, percependo quelle raccomandazioni come un intralcio alla sua relazione con Riccardo.

Ricordiamo che Manuel e Riccardo si conoscevano fin da bambini e che trascorrevano gran parte delle giornate sempre insieme: “La loro era un’amicizia stretta, andavano d’accordo, giravamo sempre insieme. Manuel andava a dormire da Riccardo, prendevano la corriera per andare nella stessa scuola”.

Intanto gli esperti non demordono e continuano le indagini: “I nostri sforzi sono concentrati adesso nella ricostruzione degli spostamenti dei due indagati prima e dopo l’omicidio. Sarà portata avanti un’attività tecnica che riguarda un sopralluogo nella villetta e nel garage dove viveva il figlio della coppia uccisa. Indagheremo anche per ricostruire ogni dettaglio della vita dei due ragazzi, al fine di approfondire i motivi reali che li hanno spinti a commettere un omicidio così efferato”.

Lascia un commento

Back to Top