HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsMonica Sanchi resta in carcere
Monica Sanchi

Monica Sanchi resta in carcere

di

Monica Sanchi è accusata di omicidio pluriaggravato in concorso e soppressione di cadavere.

Monica SanchiAggiornamento 2 giugno – Monica Sanchi, la donna che è stata arrestata con l’accusa di aver aiutato il suo fidanzato Dritan Demiraj, a uccidere l’ex compagna dell’uomo Lidia Nusdorfi e il suo nuovo compagno Silvio Manina,ora resta in carcere.

Doveva uscire di prigione oggi ma giudice per le indagini preliminari di Rimini Fiorella Casadei ha deciso che la domma debba rimanere nell’istituto di detenzione.

Secondo l’accusa Monica Sanchi ha avuto un ruolo importante nel duplice omicidio che è stato commesso dal suo fidanzato, per questo è accusata di omicidio pluriaggravato in concorso e soppressione di cadavere.

Secondo arresto per il duplice omicidio di Mozzate, dopo quello di Lidia Nusdorfi e quello del suo nuovo compagno, Silvio Mannina.

Gli inquirenti, dopo un lunghissimo interrogatorio, hanno fatto scattare le manette per Monica Sanchi, attuale fidanzata di Dritan Demiraj, l’uomo reo confesso dei due omicidi.

La 35enne originaria di Riccione, dopo essere stata messa sotto torchio dagli inquirenti  e all’evidenza delle prove raccolte, ha ammesso le proprie responsabilità, anche se il suo ruolo è ancora tutto da chiarire.

La donna ha rivelato di essere a conoscenza dei piani di Demiraj, anche se solo per il rapimento di Lidia Nusdorfi.

Monica Sanchi, è ora in carcere con l’accusa di concorso in omicidio, avrebbe quindi aiutato il fidanzato ad adescare Silvio Mannina, poi ucciso da Demiraj in una cava di Santarcangelo di Romagna, e di aver poi inviato SMS a Nusdorfi utilizzando il cellulare di Mannina, dopo averla convinta a raggiungere Mozzate e cadere così nella trappola del panettiere albanese.

Dopo il corso lungo interrogatorio la 35enne avrebbe così aiutato a fare chiarezza anche su un terzo omicidio, quello del 20enne albanese Klodian Dine, cugino di Demiraj, che aveva avuto una breve storia con Lidia Nusdorfi.

La donna ha rivelato che Demiraj gli avrebbe confessato il delitto, che sarebbe avvenuto in Albania e poi maturato dopo il tradimento di Lidia con Dine durante una vacanza, ma il racconto è ancora tutto da chiarire.

 

1 commento

  • Pingback:

    Delitto di Mozzate: intercettatazioni telefoniche confermano il piano diabolico | Delitti.net

    Rispondi

Rispondi a Delitto di Mozzate: intercettatazioni telefoniche confermano il piano diabolico | Delitti.net Annulla risposta

Back to Top