HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio di Ferrara: i killer in bicicletta avevano premeditato l’omicidio?

Omicidio di Ferrara: i killer in bicicletta avevano premeditato l’omicidio?

di

delitti.netA svelare qualche particolare sull’omicidio del 73enne Roberto Tosi Savonuzzi e del ferimento della moglie, Raffaella Pareschi, è Fabrizio Chiccoli, il vicino di casa della coppia che ha dato l’allarme ai carabinieri

Domenica mattina due ragazzi in bicicletta si sono presentati a casa di Roberto Tosi Savonuzzi per discutere su una perdita di acqua. Una lite che è degenerata in un omicidio.

Per il momento non è ancora chiaro chi abbia premuto il grilletto tra i due ragazzi, ciò che è certo è che uno di loro, riconosciuto dal proprietario dell’immobile, è stato iscritto nel registro degli indagati.

Ad avvisare Fabrizio degli spari sarebbe stato Vittorio Chiccoli, il proprietario, che secondo quanto raccontato dal cugino testimone, era in buoni rapporti con gli affittuari: “Con Vittorio andavano d’accordissimo. Addirittura gli tenevano il cane quando lui andava via e a volte gli preparavano da mangiare”.

Uno dei due aggressori, era il fidanzato della nipote di Chiccoli, perchè avrebbe dovuto fare del male all’uomo?: “Non lo so. Sarà andato fuori di testa. Vittorio dice che lui era venuto qua per via di una raccomandata che loro gli avevano mandato. C’era un problema di perdita d’acqua in un terrazzo… mi pare. Solo che è venuto con una pistola infilata qua dietro (nei pantaloni ndr.)”.

Non è escluso dunque che l’assassino si sia recato dai Savonuzzi con l’intenzione di uccidere. Il motivo però non è ancora del tutto confermato.

Fonte: Ilrestodelcarlino.it

Lascia un commento

Back to Top