HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Katia Dell’Omarino: la donna, barbaramente uccisa, conosceva il suo assassino?

Omicidio Katia Dell’Omarino: la donna, barbaramente uccisa, conosceva il suo assassino?

di

Katia Dell'OmarinoKatia Dell’Omarino è stata barbaramente uccisa nella notte tra lunedì e martedì scorso. Il suo corpo privo di vita è stato rinvenuto lungo il torrente Afra a Sansepolcro. Chi è stato ad ucciderla? Ecco le prime ipotesi degli inquirenti

Katia Dell’Omarino è stata picchiata, colpita alla testa più volte per poi essere finita con un colpo tra la nuca e l’orecchio dato con l’aiuto di un corpo contundente non ancora ritrovato. Il delitto è stato senza alcun dubbio di una violenza inaudita: la vittima ha tentato invano di difendersi ma la furia dell’assassino ha vinto su tutto.

A rivelare particolari inquietanti dell’omicidio è stata l’autopsia, con la quale si è potuta ricostruire la sequenza di quei colpi così violenti.

Per ora il movente dell’omicidio resta sconosciuto e dell’assassino non si conosce ancora l’identità. Per gli esperti potrebbe trattarsi di qualcuno che conosceva bene la 41enne. Si tratta forse di un delitto d’impeto avvenuto in seguito ad una furiosa lite?

Perchè Katia avrebbe dovuto lasciare la sua auto nel parcheggio delle piscine e salire in quella del suo assassino? E’ proprio fuori da quell’auto che si è consumata la tragedia. E’ sul greto del fiume che sono stati rinvenuti gli occhiali ancora intatti della vittima, forse volati in terra dopo il primo schiaffo, inizio di una brutale tragedia.

Nel frattempo le indagini continuano, gli esperti starebbero cercando indizi nei tabulati telefonici nella speranza che Katia Dell’Omarino abbia avuto contatti telefonici con l’omicida poco prima di essere uccisa.

“Questi giorni – scrive la cognata della 41enne – non ho messo nulla per rispetto al dolore che ha colpito la nostra famiglia perchè Katia era una di famiglia, una persona fragile bisognosa di affetto a volte ti stava accanto ore per fare due chiacchiere ma semplice e spontanea. Ricordo le belle serate e voglio ricordarla cosi'”.

Lascia un commento

Back to Top