HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsProcesso Yara Gambirasio: le fibre del sedile del furgone di Massimo Bossetti compatibili con quelle trovate sui leggins

Processo Yara Gambirasio: le fibre del sedile del furgone di Massimo Bossetti compatibili con quelle trovate sui leggins

di

Prosegue il processo contro Massimo Bossetti, accusato di aver ucciso Yara Gambirasio. Nella nuova udienza il comandante dei Ris ha rivelato che le fibre dei sedili del furgone dell’imputato sono compatibili con quelle ritrovate sui leggins che indossava la vittima aggiungendo che c’è 1 possibilità su 20 miliardi che il profilo genetico di Ignoto 1 non appartenga a Bossetti.

yara gambirasioIl colonnello Giampietro Lago è stato molto chiaro: «C’è una possibilità su 20 miliardi che il Dna prelevato sul corpo di Yara non sia di Ignoto 1». La dichiarazione è stata rilasciata durante la nuova udienza del processo contro Massimo Bossetti. Il militare ha aggiunto altri dettagli che inchiodano l’imputato come la “piena compatibilità” tra le fibre di tessuto trovati sui leggins di Yara Gambirasio e quelle dei sedili del furgone di Bossetti.

Il colonnello Lago ha spiegato quali differenze vi sono tra i vari tipi di Dna, come vengono estratti e il confronto con quelli presenti nelle banche dati. In quelle internazionali è presente solo il Dna nucleare, l’unico che ha valore forense e che identifica una persona. Sul corpo di Yara Gambirasio le tracce erano miste, e il Dna mitocondriale estratto non coincide con quello di Ignoto 1. Ed è proprio da questa prova che i legali di Bossetti hanno iniziato a costruire la linea difensiva. Il comandante dei Ris ha chiarito la questione dei marcatori che sono in totale una cinquantina, 17 sono certi e per la comunità scientifica ne bastano 15.

Per quanto riguarda il furgone, analizzando le immagini si è stabilita un’identificazione probabile secondo una scala che ha valore a livello europeo. Gli elementi analizzati sono stati il passo del veicolo e una macchia di ruggine sul lato destro del cassone, sovrapponendo le immagini dei fotogrammi e del furgone si è giunti ad un livello di coerenza piuttosto alto. Tuttavia pare che siano stati analizzati 2000 mezzi dello stesso tipo, per arrivare ad una rosa di cinque furgoni, gli altri non erano a Brembate il giorno della scomparsa di Yara Gambirasio, quindi il cerchio intorno a Bossetti si è fatto sempre più stretto sino al ritrovamento delle fibre sulla parte posteriore dei leggins. Venerdì prossimo si terrà una nuova udienza in cui il colonnello Lago continuerà la sua deposizione. Intanto il magistrato Letizia Ruggeri è sotto scorta a causa di alcune minacce a lei indirizzate attraverso il social network Facebook. Anche se le minacce risalgono a qualche giorno fa, il pm è sotto scorta da almeno due settimane.

Lascia un commento

Back to Top