HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsRistoratore spara ed uccide ladro: “E’ omicidio volontario”. Insorge la polemica

Ristoratore spara ed uccide ladro: “E’ omicidio volontario”. Insorge la polemica

di

Mario Cattaneo è il 67enne titolare dell’osteria e tabaccheria “De Amis” a Casaletto Lodigiano che ha sparato ed ucciso un ladro. L’uomo è stato indagato per omicidio volontario, causando la rivolta dell’opinione pubblica

E’ bastato un solo colpo alla schiena per uccidere il ladro che, con alcuni complici, aveva tentato di svaligiare il suo locale.

Tutto è avvenuto la notte scorsa, quando Mario Cattaneo ed il figlio, intorno alle ore 3.40, hanno sentito l’allarme della trattoria e il rumore della saracinesca. Entrambi si sono precipitati nel locale, dove hanno sorpreso i ladri. Il 67enne avrebbe avuto da subito una colluttazione con i malviventi: sarebbe stato a questo punto che dal fucile del titolare sarebbe stato esploso il colpo fatale per il ladro, morto poco dopo mentre tentava la fuga.

Durante l’interrogatorio, Mario si sarebbe più volte contraddetto ed è per questo che sarebbe stato iscritto nel Registro degli indagati per omicidio volontario.

Il 67enne si sarebbe però difeso da ogni accusa: Non volevo uccidere. Volevo semplicemente spaventarli, mandarli via, allontanarli. Ma uno di loro ha afferrato la canna del fucile cercando di strapparmelo. Poi è partito un colpo”.

A parlare è stato anche il cognato del ristoratore: “Abbiamo parlato per circa dieci minuti prima che lo prelevassero per interrogarlo. Me lo ha ribadito più volte: ‘Non volevo uccidere nessuno’. Figurarsi che sono stati proprio loro a chiamare i carabinieri per denunciare il furto. Nessuno immaginava che quel maledetto colpo potesse avere ammazzato una persona”.

L’accusa nei confronti di Mario Cattaneo ha fatto insorgere la polemica: per tutti quella è stata soltanto legittima difesa. A schierarsi dalla parte dell’uomo è stato anche il sindaco di Casaletto Lodigiano: “Il sindaco e l’amministrazione comunale di Casaletto Lodigiano saranno al fianco di Mario e Luca e delle loro famiglie in seguito ai tragici eventi che oggi hanno sconvolto la nostra piccola comunità e ancor prima la famiglia di Mario e Luca”.

Da: Corriere.it
Foto: Ansa.it

Lascia un commento

Back to Top