HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsUltimissimeRoma: omicidio a San Lorenzo, 49enne tedesco ritrovato con cranio fracassato e sgozzato

Roma: omicidio a San Lorenzo, 49enne tedesco ritrovato con cranio fracassato e sgozzato

di

Si chiamava Oliver Degenhardt, era tedesco e aveva 49 anni, viveva in Italia da tempo, precisamente a Roma al quartiere San Lorenzo. L’uomo era amministratore delegato della società Kao Italy che si occupa della distribuzione di prodotti di bellezza e cosmetici, è stato ritrovato cadavere nel suo appartamento in via dei Volsci, dietro la porta di ingresso socchiusa con il cranio fracassato e la gola squarciata.

Omicidio San Lorenzo - delitti.netL’allarme è stato dato dai vicini di casa perchè nell’appartamento era scoppiato un incendio, forse appiccato proprio dall’assassino o dagli assassini per cancellare le tracce della loro presenza; ancora molte cose sono da chiarire sulla macabra vicenda, gli inquirenti stanno indagando sulle ultime ore di vita di Degenhardt per fare chiarezza e trovare chi ha cosi barbaramente ucciso il 49enne.

Gli agenti del nucleo investigativo di via Inselci stanno analizzando il computer e il cellulare di  Oliver Degenhardt, dai primi accertamenti pare che l’uomo abbia cenato con una collega di lavoro, poi in tarda serata, o a tarda notte potrebbe avere avuto un incontro presumibilmente  omosessuale, forse ha ospitato qualcuno in casa, da sottolineare che non sono stati trovati segni di effrazione, da questo dettaglio è stato dedotto che l’uomo abbia aperto la porta di casa volontariamente.

Il cadavere si trovava nell’ingresso dell’appartamento, dalla posizione del corpo si evince che Degenhardt, ha tentato di sfuggire alla furia omicida di chi era in casa sua, a trovarlo senza vita sono stati i vigili del fuoco giunti sul posto per l’incendio che divampava nell’abitazione. La casa era stata rovistata da cima a fondo, in ogni stanza regnava il caos, chi ha ucciso l’uomo ha anche cercato denaro o oggetti di valore;  infatti sulla scena del crimine sono stati notati alcuni cofanetti di orologi preziosi vuoti.

Per ora la pista più attendibile è quella di un incontro omosessuale finito in rapina e omicidio; il medico legale che ha eseguito un primo esame sul cadavere ha certificato che  Oliver Degenhardt è stato colpito con forza alla testa, con un oggetto che per ora non è stato ritrovato, e con il medesimo è stato anche sgozzato. Le indagini sono in corso sulla base di questi primi elementi.

Lascia un commento

Back to Top