HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiScomparsa Alfredo Guagnelli, convocato in Procura Marco Di Stefano

Scomparsa Alfredo Guagnelli, convocato in Procura Marco Di Stefano

di

Alfredo GuagnelliSecondo gli inquirenti, la sparizione di Alfredo Guagnelli è strettamente collegata con l’ipotesi di un possibile omicidio volontario. L’uomo era l’ex braccio destro del deputato PD Marco Di Stefano che è stato convocato dalla Procura per essere ascoltato

Alfredo Guagnelli è ormai scomparso da cinque anni e gli elementi raccolti nell’inchiesta non sono riconducibili ad un allontanamento volontario. Gli esperti ipotizzano che l’uomo sia stato ucciso.

Il fratello di Guagnelli avrebbe inoltre affermato che il corpo di Alfredo sarebbe stato fatto scomparire. L’imprenditore frequentava pessime compagnie e ambienti pericolosi e forse il segreto della sua scomparsa è tutto rinchiuso lì.

Alfredo Guagnelli sarebbe stato il mediatore per una presunta tangente di Marco Di Stefano, all’epoca assessore al Patrimonio della Regione Lazio, difatti indagato per corruzione e falso di tangenti, che però nega tutto e continua ad affermare: “Era un caro amico. Non è mai stato un mio assistente o collaboratore, ma un semplice amico con cui condividevo esclusivamente momenti di vita privata e mai la mia attività politica. Non sono mai stato a conoscenza delle sue attività e dei suoi rapporti imprenditoriali e posso escludere categoricamente che sia stato mai coinvolto in vicende che potessero interessare la Regione Lazio”.

Marco Di Stefano fu l’ultimo a vedere vivo l’uomo quella sera dell’8 ottobre 2009 sotto la sede della Regione: “Era tranquillo, non credo che gli possa essere successo qualcosa, anche perché diceva spesso che voleva andare via”.

Quella di Guagnelli è ormai una vicenda intricata, caratterizzata da una misteriosa scomparsa e da un’inchiesta di corruzione in cui è anche indagata per falso Claudia Ariano, l’attuale compagna di Marco Di Stefano ed ex fidanzata di Guagnelli.

Ariano era una dirigente della Lazione Service, la società che aveva affittato a cifre stellari due stabili di proprietà della famiglia poi venduti ad un prezzo più alto di oltre il 50%.

Lascia un commento

Back to Top