HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidi in FamigliaUccide la moglie a coltellate: dopo l’omicidio era al bar per bere un caffè

Uccide la moglie a coltellate: dopo l’omicidio era al bar per bere un caffè

di

AlessandriaAntonio Madone, carpentiere di 60 anni, ha ucciso la moglie, Anna Manuguerra, anche lei di 60 anni, per poi andare tranquillo al bar a prendere un caffè. L’omicidio ha sconvolto Nubia, una frazione di circa 700 abitanti, nel comune di Paceco

Tra Antonio Madone e Anna Manuguerra il matrimonio era ormai giunto al capolinea. Dopo 38 anni trascorsi insieme, la donna aveva trovato il coraggio di chiedere la separazione da quel marito troppo violento, che le aveva reso la vita un vero e proprio incubo.

A peggiorare però le cose, sarebbe stata proprio la separazione. I due infatti, nonostante tutto, continuavano a vivere sotto lo stesso tetto e la casa che avevano condiviso per anni era stata leggermente modificata per evitare che marito e moglie si incontrassero.

La tensione tra Antonio Madone e Anna Manuguerra era in ogni caso alle stelle. Lui, che sospettava che la moglie avesse una nuova relazione, forse continuava a minacciarla e lei aveva probabilmente tanta paura. Come nella maggior parte dei femminicidi, dalle minacce si è passati ai fatti.

Gli ex coniugi verso ora di pranzo avrebbero avuto una violenta discussione finita nel peggiore dei modi. Il 60enne si sarebbe scagliato contro la moglie pugnalandola ed uccidendola.

Dopo l’omicidio, Madone, come se niente fosse, si sarebbe recato al bar per bere un caffè e comprare un pacchetto di sigarette. Lì avrebbe incontrato il figlio carabiniere, senza dare però segni particolari.

Il cadavere di Anna è stato scoperto soltanto in tarda serata dall’anziana madre. Immediatamente sono scattate le indagini e i sospetti su Madone, il quale è stato arrestato con l’accusa di omicidio.

Lascia un commento

Back to Top