HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidi in FamigliaVignola: ingaggiarono due killer per uccidere l’anziano parente, arrestati figlia e genero

Vignola: ingaggiarono due killer per uccidere l’anziano parente, arrestati figlia e genero

di

Vignola è una cittadina in provincia di Modena, dove Luciano Pancaldi, un uomo di 74 anni, la sera del 19 novembre di quest’anno, mentre stava facendo una passeggiata venne aggredito da due sconosciuti che lo colpirono con nove coltellate al volto e al torace . In questi mesi gli inquirenti hanno continuato ad indagare sul tentato omicidio dell’anziano e sono giunti a una svolta sconcertante.

aggressione avignola-delitti.net (1)Il gip Paola Losavio ha emesso ordine di arresto per concorso in tentato omicidio aggravato dalla premeditazione per la figlia di Pancaldi: Cristina e il marito di lei Fabio Rasponi. Cristina e Fabio sarebbero i mandanti, dei due presunti killer che hanno lasciato Luciano Pancaldi a terra in un lago di sangue. Dalle indagini è emerso che la coppia era in pessimi rapporti con l’anziano parente per la cospicua eredità lasciata dalla moglie di questi, morta un anno prima.

L’omicidio sarebbe stato commissionato sulla promessa di un compenso pattuito nella cifra di 20.000 euro da dividere fra i due aggressori ingaggiati. La Procura di Modena, dopo mesi di pedinamenti e intercettazioni  ha emesso quattro ordinanze di custodia cautelare; due per i coniugi “diabolici”, e   due per i “killer”, tali Rosario Sambasile di 35 anni e Salvatore Vascoli 40enne, entrambi noti alle forze dell’ordine per piccoli precedenti penali, frequentatori abituali dei coniugi Rasponi. Luciano Pancaldi è sopravvissuto all’aggressione.

Lascia un commento

Back to Top